Anche il più fedele di noi conosce questa sinistra frase: quando una moglie tradisce il marito, si dice che egli porta le “Corna“. Secondo il numero dei tradimenti, si é soliti, anche, specificarne le dimensioni: talune non superano un paio di centimetri, altre si elevano al soffitto della camera da letto, addirittura, altre, gli impediscono di entrare… Ma perché chi é tradito é chiamato Cornuto?

tradito-cornuto-significato

Sarete d’accordo: il vero maschio non conosce nulla di più disonorante che avere le corna. Eppure nella fauna selvatica, dai camosci ai rinoceronti, passando pure per i coleotteri, le grandi corna simboleggiano proprio il contrario, quindi orgoglio, forza e pensate un po’, anche, virilità.

Allora, perché chi é tradito é chiamato Cornuto?

Immaginate un uomo che porta fisicamente sulla fronte un bel paio di corna ed egli é l’unico che non può vederle… Tutto il mondo le vedrà, tranne lui!

Ordunque non é facile trovare tracce dell’esatto motivo per cui cornuto si ricolleghi a tradito, una teoria di alcuni studiosi ci riporta all’epoca di Costantinopoli quando Andronico I Comneno imperatore bizantino dal 1183 al 1185, giunto finalmente al trono, fu artefice di molte nefandezze, una delle quali fu di far carcerare e torturare i nobili di Costantinopoli e dintorni, approfittarsi delle mogli degli stessi e tenersele come concubine, poi per vantarsi dei suoi successi amorosi (o come segno di scherno), faceva appendere teste di cervi, o di altri animali cornuti da lui uccisi durante le battute di caccia, sulle facciate dei palazzi ove essi risiedevano…

Un’altra teoria ci porta invece al termine “becco” il quale viene usato per indicare il maschio della capra, ebbene l’esemplare femmina é solito cambiare partner e questa potrebbe essere la ragione dell’uso di terminologie del tipo “farti becco” ed “essere becco”, quindi cornuto.

Ma non da meno é la teoria che invece ci riporta ai tempi di Minosse, re di creta, il quale chiese a Poseidone di donargli un toro da sacrificare. Questi lo accontentò, ma Minosse, non ritenendo bello quell’esemplare, non lo uccise. Allora Poseidone, adirato, ispirò amore nella moglie di Minosse, Pasifae, verso quel toro. Essa, completamente innamorata e aiutata da Dedalo, si travesti da mucca e si accoppiò con il toro, frutto di questa unione fu il Minotauro. A questo punto tutti i cretesi, oramai a conoscenza dell’adulterio di Pasifae, si dilettavano a mostrar le corna a Minosse, ed ecco un altro possibile accostamento tra cornuto e tradimento.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: