Alla classe degli insetti appartiene il gruppo più numeroso di specie; se ne conoscono infatti tantissime: utili o dannosi, aventi forme, colori, abitudini diversissime, che abitano in tutti gli ambienti e a tutte le latitudini e che si nutrono delle sostanze più diverse.

I-peli-negli-insetti

Ma avete mai notato sugli insetti una peluria che spesso li ricopre? I peli degli insetti, detti setae, possono avere una funzione protettiva o sensoriale. La maggior parte delle setae sul corpo di un insetto costituiscono un generico rivestimento protettivo mentre altre, associate a cellule nervose, formano recettori tattili o olfattivi.

Alcune setae, invece, sono strumenti di difesa: contengono sostanze urticanti che irritano la pelle dell’aggressore. Un esempio? Il bruco della processionaria del pino, i cui peli velenosi possono provocare una grave reazione allergica data dal rilascio di istamina. In casi gravi può verificarsi uno shock anafilattico, con pericolo mortale.

Le setae si trovano su tutto il corpo di un insetto, ma sono particolarmente evidenti intorno alla bocca, sugli occhi, sulle antenne e sulle zampe.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: