Mentre il divieto di altri insetticidi come i neonicotinoidi è stato confermato (con gravi effetti sulla riproduzione o l’orientamento degli insetti che ne venivano colpiti), si dibatte ancora sui risultati di uno studio neozelandese che riporta i danni rilevati dal clorpirifos sulle colonie di Apis mellifere. Il clorpirifos è un pesticida organofosfato (già vietato in alcuni paesi come la Danimarca, la Finlandia e anche lo Yemen) che può potenzialmente mettere a rischio la sopravvivenza di questa specie di api.

Secondo i risultati avanzati dal Dr Elodie Urlacher e da Kim Hageman, il capo del Dipartimento di Chimica dell’Università di Otago, una dose molto bassa di clorpirifos – precedentemente considerato “sicuro” – è sufficiente per alterare la memoria olfattiva delle api, una risorsa assolutamente indispensabile per la sopravvivenza e lo sviluppo delle loro colonie. Pertanto, senza memoria e senza questo tipo di apprendimento, è impossibile per le loro localizzare i fiori da cui estraggono il nettare, danneggiando così il processo di impollinazione di queste piante.

I ricercatori dell’Università di Otago hanno raccolto api da 51 alveari di 17 località nella Nuova Zelanda del Sud misurandone la presenza di clorpirifos e osservando che il pesticida era presente a bassi livelli in 3 siti e 51 arnie. A questo punto gli scienziati hanno somministrato le stesse dosi ad api in laboratorio e poi le hanno sottoposte a test di apprendimento. Così hanno osservato che le api che avevano ricevuto il trattamento avevano prestazioni peggiori nel ricordare quali odori ricevevano una ricompensa positiva rispetto ad altri.

Durante le loro osservazioni, i due ricercatori hanno notato che la maggior parte delle api, testate per una certa quantità di pesticida ingerito, hanno reagito allo stesso modo a tre odori ben distinti, un comportamento molto diverso rispetto a quello delle api non testate. La dose [per il danno osservato] è di 50 picogrammi (50 bilionesimi di grammo) di clorpirifos ingerito dalle api, mille volte inferiore alla dose di clorpirifos puro considerato letale.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: