Più di 18 scheletri di dinosauri erano stati illegalmente esportati dalla Mongolia diversi anni fa, ma adesso, finalmente, essi sono tornati a casa. A dare l’annuncio sono state le autorità statunitensi: i resti di dinosauri, infatti, erano stati messi all’asta a New York, quando alcuni preposti mongoli si accorsero che con molta probabilità gli scheletri erano gli stessi che erano stati precedentemente rubati dal loro paese.

scheletri-dinosauri-mongolia

Qualche giorno fa si è tenuta la cerimonia ufficiale nella quale si è festeggiato il ritorno “a casa” di alcuni scheletri di dinosauri precedentemente trafugati in Mongolia. La vicenda risale a diversi anni anni fa, ma solamente due anni or sono si è venuti a capo della faccenda. Durante un’asta tenutasi nel 2012 a New York, un privato offriva uno scheletro di Tarbosaurus bataar al miglior offerente, una razza cugina del Tirannosaurus rex di origine mongola. Insospettiti della particolare offerta, le autorità della Mongolia si sono messi sulle tracce di questo venditore per verificarne la storia. Alla fine, Eric Prokopi è stato condannato per contrabbando di scheletri di dinosauri e l’asta – la cui offerta maggiore aveva raggiunto 1 milione di dollari – ovviamente congelata.

Adesso le ossa dei dinosauri sono finalmente ritornata a casa, in Mongolia, ove verranno esposti in un museo nazionale.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: