La lucertola che cambia colore per riscaldarsi
5 (100%) 1 vote

L’agama barbuto ha trovato un termostato: la sua pelle! Cambiando colore, questa lucertola australiana (Pogona vitticeps) può riscaldarsi più rapidamente al sole. E’ la conclusione di uno studio pubblicato l’8 giugno 2016 sulla rivista Proceedings della Royal Society B. Come ogni rettile che si rispetti, questo lucertola di 50 cm di lunghezza è un animale a “sangue freddo”, o ectoterme.

La sua temperatura corporea dipende quindi dalla temperatura dell’ambiente. Per riscaldarsi, utilizza una potente fonte di energia: il sole. Secondo i ricercatori dell’Università di Melbourne (Australia), questa grande lucertola ottimizza “l’abbronzatura” cambiando colore a piacimento, come il cugino camaleonte. Passa dal giallo chiaro al grigio scuro in un istante. L’origine di questo fenomeno? Delle cellule cromatofori nella pelle, o tegumento, di questi rettili. I pigmenti in essa contenuti – tra cui la melatonina – migrano da qualche secondo a pochi minuti, sotto il controllo di alcuni ormoni.

Per verificare se il colore di questo rettile influenza la loro temperatura corporea, i ricercatori hanno messo 12 agami barbuti in un terrario a 40° C prima di abbassare il termostato fino a 15° C. Essi hanno quindi notato che il rettile, scurendo la schiena, assorbe più luce visibile (da 400 a 700 nanometri) e vicino agli infrarossi  da 700 a 1300 nanometri. In caso di colpo di calore, l’animale riflette queste lunghezze d’onda – rinviandole invece di immagazzinarle – e si raffredda! La luce infrarossa, invisibile ad occhio nudo, rappresenta “più della metà della radiazione solare ricca in energia”, scrivono gli autori dello studio. Un potenziale energetico che l’agama barbuto conosce.

Attraverso delle simulazioni, i ricercatori mostrano che l’animale economizza 22 minuti al giorno oscurando la sua pelle ogni mattina. “E’ in questo momento della giornata che la maggior parte delle lucertole assumono una colorazione molto scura“, sostengono gli scienziati. Al posto di riscaldarsi la pelle, l’agama barbuto può quindi impegnarsi in altre occupazioni, come catturare degli insetti o fare flessioni per intimidire i suoi rivali. 22 minuti al giorno, 85 ore economizzate ogni anno!

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: