Un grande squalo bianco, denominato “Joan of Shark” (in ricordo di Giovanna d’Arco), è apparso nei pressi della costa australiana. Essendo vicino ad una delle spiagge più popolari del paese, il gigantesco esemplare femmina ha costretto le autorità a bloccare l’accesso alle spiagge…

Joan of Shark gigante squalo bianco australia 5 metri

Dopo avervi parlato della mostruosa leggenda degli abissi, il megalodonte, gli squali sono ancora una volta al centro delle nostre notizie. Una decina di giorni dopo che un 31enne, Adam Haling, è stato attaccato da uno squalo al largo della costa australiana (Attenzione: le immagini contenute nell’articolo al link indicato potrebbero urtare la vostra sensibilità), un enorme squalo bianco riporta subito l’attenzione sui più grande predatore del pianeta…

Soprannominato Joan of Shark dai pescatori, un gigante esemplare di squalo bianco della lunghezza di 5 metri e del peso approssimativo di 1,6 tonnellate, è stato avvistato mentre si avvicinava alle famose spiagge australiane, Ellen Cove to Albany, con il risultato di un grosso spavento per i nuotatori ed il divieto di balneazione. L’esemplare femmina è il più grande squalo bianco mai avvistato in Australia, si avvicina alle dimensioni dello squalo che attacca la gabbia nel video che segue:

Il dipartimento di Pesca Australiano si é immediatamente recato nei pressi dell’esemplare e, dopo esser riuscito ad addormentarlo, ha inserito un microchip nell’animale al fine di monitorare i suoi spostamenti.

squalo-australia-Joan-of-Shark-inserimento-microchip

La squadra ha poi seguito il sistema di monitoraggio satellitare ed ha rilevato il marcatore, vicino ad Albany, a sud-est dell’Australia. Le autorità hanno, quindi, vietato ai residenti, come precauzione, di entrare in acqua. Il monitoraggio permetterà di seguire l’esemplare di squalo bianco per almeno 10 anni. Infatti, il dispositivo trasmetterà tutti i movimenti di Joan of Shark via satellite con oltre 300 monitor posizionati sul fondo dell’oceano.

Attratto da una balena arenata, secondo le autorità, Joan of Shark, si sarebbe avvicinato alle spiagge nella speranza di afferrarne un boccone, tuttavia, lo  squalo, che avrebbe circa 30 anni secondo gli esperti, nonostante la rimozione della carcassa di balena, non ha lasciato la zona, forse per fame o semplicemente perché ha trovato un posto di suo gradimento.

Il successo della marcatura di Giovanna d’Arco è sicuramente il primo al mondo su un esemplare di queste dimensioni. Nel corso del prossimo decennio, i ricercatori seguiranno ogni sua mossa, questo gli permetterà di capire meglio i suoi movimenti su vasta scala di squali bianchi. Nel mese di marzo 2014, un grande squalo bianco soprannominato Lydia avrebbe viaggiato oltre 30.000 chilometri dalla Florida fino alla costa dell’Inghilterra…

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: