I pipistrelli usano luce polarizzata per orientarsi
1 (20%) 1 vote

Mentre molte persone acquistano occhiali da sole adatti a evitare la luce polarizzata, i pipistrelli, al contrario, la cercano per potersi orientare. Questi animali, infatti, escono ogni notte per cercare prede delle quali nutrirsi e tornano nelle tane non appena i primi raggi di luce si fanno vedere, così, gli studiosi si sono domandati come fanno ad orientarsi per tornare a casa. Ecco la risposta.

pipistrello-polarizzata-luce

I pipistrelli, ogni notte di primavera, autunno e inverno, escono dalle loro tane per cercare le prede e, nel buio della sera, percorrono anche numerosi chilometri prima di fare ritorno ai propri alberi o caverne ove hanno stabilito il proprio rifugio. Ma, si sono domandati gli studiosi, come fanno a orientarsi per tornare a casa? E’ noto come essi usino l’eco per trovare le prede e per comunicare con gli altri pipistrelli, ma, come riescano a trovare la strada, non era per nulla chiaro. La risposta, adesso, è giunta grazie ad alcuni test.

Stando a quanto scoperto dagli esperti, infatti, i pipistrelli sono gli unici mammiferi, fino ad ora conosciuti, a usare la luce polarizzata per orientarsi. Al tramonto, in occasione degli ultimi raggi di sole, questo animale calibra la propria bussola interna, così da riuscire a volare nella giusta direzione: essi, infatti, mentre sono in volo rilevano questi leggeri raggi polarizzati per guidare il proprio cammino.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: