Vota questo Articolo

Alcuni ricercatori dell’Università di Stirling, in Scozia, hanno osservato per 12 mesi un gorilla Silverback che abita nella zona centrale dell’Africa. Durante questo studio, essi si sono resi conto che questo gorilla emanava un forte tanfo in determinate situazioni, mentre, in altre, questo odore veniva interrotto. Gli studiosi hanno ipotizzato che l’emanazione dell’odore dipendesse dalla volontà del gorilla di trasmettere la propria presenza.

gorilla-odore-tanfo

Alcuni studiosi dell’Università di Stirling, in Scozia, hanno compiuto delle ricerche a proposito del gorilla Silverback e della sua vita sociale. In particolare, questi studiosi hanno avuto modo di osservare per 12 mesi un gorilla, Makumba, nel suo habitat naturale, per vedere come esso si comportava. Ciò che, nello specifico, ha colpito gli studiosi è stato che il primate, in determinate occasioni, emanava un forte tanfo, e ciò in particolare quando si trovava alla presenza di altri maschi così da segnalare la sua presenza e mostrare la sua potenza. I gorilla, infatti, hanno una vita sociale particolare: i maschi prendono il predominio di un gruppo di femmine e di cuccioli, e li proteggono dalla presenza di altri maschi single.

In altre occasioni, invece, Makumba smetteva di emanare il caratteristico odore, e ciò succedeva quando di trovava in occasioni nelle quali non voleva essere notato, probabilmente da altri maschi dominanti.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: