Vota questo Articolo

Marius, una giraffa di un anno e mezzo, è stato ucciso domenica scorsa dai guardiani dello zoo danese di Copenhagen perché frutto di un rapporto endogamico (tra consanguinei) vietato dalle regole degli zoo europei per evitare l’incremento di patologie fra gli animali. La giraffa, anche se in perfetta salute, è stata soppressa con un colpo di pistola e, successivamente, utilizzata per sfamare i leoni del giardino zoologico. Un fatto raccapricciante.

Marius

“E’ stato abbattuto alle 9:20, come previsto” ha dichiarato Tobias Stenbaek Bro, portavoce dello zoo. Non sono state sufficienti le tantissime firme raccolte affinché l’uccisione del piccolo Marius non avvenisse, così le sue carni sono state date in pasto ai leoni, “spettacolo” a cui hanno assistito alcuni visitatori dello zoo, tra cui diversi bambini, sconvolti dall’episodio.

Le autorità della struttura non hanno voluto prendere in considerazione alternative che potessero salvare la vita alla piccola giraffa, come la castrazione per evitare che si riproducesse (contraria alla politica dello zoo) oppure reintrodurre l’animale nel suo ambiente naturale. L’eutanasia è stata l’unica soluzione da adottare!

 “I geni di quella giraffa sono già ben rappresentati tra gli esemplari dello zoo, eliminarla è stato necessario“. Queste le parole di Bengt Holst, direttore scientifico del giardino zoologico.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: