I tentacoli dei polpi sono davvero particolari. Vivono anche un’ora dopo che sono stati amputati dal resto del corpo, sono così flessibili che riescono a piegarsi e assumere qualsiasi tipo di posizione vogliano, e, addirittura, possono anche essere mangiati dallo stesso polpo che li ha persi. Ciò che, però, questi tentacoli non fanno, è annodarsi. Come i polpi riescano in ciò, secondo gli studiosi, dipende da alcune secrezioni.

polpi-tentacoli-annodano

Vista la particolare flessibilità dei tentacoli dei polpi, e la possibilità di assumere infinite posizioni diverse, è legittimo chiedersi se essi non finiscano per annodarsi su loro stessi: d’altronde, questi tentacoli, vivono di una certa vita propria, e i loro movimenti non dipendono da influssi datigli dal cervello dell’animale, ma, ognuno di loro, ha un mini sistema nervoso che ne controlla i movimenti.

Così, gli scienziati, si sono domandati come facciano le braccia dell’animale marino a non annodarsi tra loro, essendo esse indipendenti. La spiegazione, sulla base di diversi test compiuti, è stata che il polpo emette delle secrezioni particolari, che causa un certo rifiuto dei tentacoli ad annodarsi tra di loro. E’ come, infatti, se il polpo riconoscesse i suoi stessi tentacoli, impedendo un eccessivo avvicinamento, mentre, con i tentacoli di altri polpi, si comporta più naturalmente finendo anche per ingurgitarli.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto:

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0