Da dove arriva il piacere delle zanzare per il sangue umano o animale?
5 (100%) 4 votes

Il 15 settembre 2016 i ricercatori dell’Università della California a Davis hanno pubblicato uno studio secondo il quale la “scelta” delle zanzare del loro “ospite” sarebbe legata a una caratteristica genetica. L’équipe di Bradley Main, ricercatore presso il Vector Genetics Lab alla Scuola di medicina veterinaria di Davis, ha intrapreso questo studio per capire meglio la trasmissione della malaria. di cui la zanzara è il primo vettore in Africa, soprattutto nella parte orientale. Questa malattia in realtà dipende dal tipo di persona punta da questo insetto. Il recente aumento dell’uso di pesticidi di lunga durata (Long Lasting Insecticide Treated Nets – LLINs) in questa zona sarebbe legato alla proliferazione della zanzara Anopheles arabiensis.

I tratti genetici influenzerebbero le scelte della zanzara

I ricercatori hanno analizzato il sangue delle zanzare del Kilobero Valle, in Tanzania, succhiato a 1.731 donne. Hanno poi sequenziato il genoma di 23 zanzare amanti del sangue umano e 25 zanzare amanti del sangue animale. Attraverso queste analisi gli scienziati hanno identificato più di 4,8 milioni di SNP (Single Nucleotide Polymorphism) ovvero sequenze di DNA che differiscono tra i membri di una stessa specie.

L’équipe di Bradley Main ha identificato un’inversione al livello del cromosoma 2RB e 3Ra. Il cromosoma 3Ra sarebbe legato alla proteina odorante Obp5 dell’Anapholes arabiensis. Le zanzare che si nutrono del bestiame avrebbero quindi la forma originale d’inversione del cromosoma 3Ra. Questa “scelta” della zanzara sarebbe legata a una variazione del genoma e non a una decisione personale. Tuttavia, per confermare questa correlazione genetica, i ricercatori svilupperanno uno studio su più larga scala.