Scoperto il gene che rende la carota arancione e buona per la salute
5 (100%) 3 votes

Un gruppo internazionale di ricercatori della University of Wisconsin-Madison negli Stati Uniti ha sfruttato il sequenziamento completo del genoma della carota (Daucus carota, l’ortaggio più importante della famiglia delle Apiaceae) permettendogli di scoprire il gene responsabile dell’accumulo di carotene, un pigmento con ampi benefici per la salute. Grazie a questo studio, pubblicato su Nature Genetics, ora si sa di più sulla sua storia evolutiva, sul perché del suo colore e sull’origine dei suoi celebrati principi nutritivi.

Carote

Il carotene è un pigmento arancione presente nelle carote e in altre verdure colorate, che viene convertito dal fegato in vitamina A, essenziale per il corretto funzionamento del nostro organismo. Il carotene è anche un antiossidante benefico per la salute. Secondo lo studio, il trattamento della carenza di vitamina A è fondamentale per il benessere globale. Lo sviluppo di fonti di vitamina A deve dunque essere uno degli obiettivi per l’ottimizzazione delle culture. “I progressi nelle tecnologie di sequenziamento del genoma permetteranno agli scienziati di sviluppare nuove varietà di frutta e verdura il cui valore nutrizionale sarà migliorato“, precisa Philipp Simon co-autore dello studio.

I ricercatori hanno identificato un gene che sarebbe responsabile dell’accumulo di carotenoidi nelle radici, il motivo che le rende una fonte importante di queste sostanze. Si tratterebbe di una mutazione del gene che regola la risposta alla luce della pianta. Secondo i ricercatori, le informazioni acquisite con il sequenziamento completo del genoma saranno di aiuto per accelerare l’allevamento convenzionale scegliendo i “buoni discendenti.” e selezionare varietà sempre più ricche di principi nutritivi importanti per la salute.

La selezione assistita da marcatori sarà uno degli utilizzi più importanti del sequenziamento del genoma della carota“, ha spiegato il ricercatore.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: