La Lattuga: proprietà e benefici.
3.5 (70%) 2 votes

La lattuga é un ortaggio ricco di proprietàbenefici. Per facilitarne la classificazione è possibile distinguere tre categorie di lattuga. Il lattughino da taglio: nelle diverse varietà a foglia tenera, liscia e arricciata. Le lattughe a cespo serrato e tondeggiante: nelle varietà “cappucce”, dalle foglie larghe e lisce; “romane”, dalle foglie allungate; e “iceberg”, dalle foglie carnose e croccanti. Le lattughe a cespo aperto: nelle varietà “gentiline” o “foglia di quercia”, dalle foglie arricciate di colore verde o rosso brillante; “lollo”, dalle foglie molto arricciate; e “batavia”, dalle foglie spesse e allungate da cui deriva la Canasta, nata dall’incrocio della batavia rosa con l’iceberg.

Lattuga

Come acquistarla

Di stagione da giugno a ottobre, la lattuga si trova in commercio tutto l’anno grazie alle colture in serra. Il lattughino è solitamente acquistabile in diversi tipi di misticanza nelle confezioni pronto uso, mentre i cespi sono in prevalenza venduti sfusi o chiusi nele vaschette alimentari. Per chi apprezza la lattuga lessata, è inoltre possibile acquistare i prodotti già cotti dal banco surgelati.

Come conservarla

Oltre alle varietà iceberg e romana, le lattughe con maggiore conservabilità sono la canasta e la batavia, seguite dalle cappucce e dalle gentiline, per finire con il lattughino da taglio che può essere tenuto in frigorifero chiuso in un sacchetto bucherellato o avvolto in un panno inumidito per uno o due giorni prima che le foglie inizino ad appassire perdendo la loro freschezza.

Proprietà e Benefici

Composta principalmente da acqua e fibre, la lattuga è ricca di preziosi nutrimenti che la rendono un alimento dalle proprietà calmanti, rinfrescanti e stimolanti dell’appetito. Ottima da consumare prima dei pasti, oltre a un elevato contenuto di acqua e fibre possiede buoni livelli di pro-vitamina A, vitamina B9, potassio, fosforo e calcio.

Un pò di storia…

Si racconta che in età imperiale un medico salvò la vita di Augusto curando l’imperatore con la lattuga, tanto da rendere l’uso di questa pianta, già conosciuta al tempo degli Egizi e dei Greci, una moda tra gli antichi Romani che da quel momento la consumarono in grande quantità servita come antipasto con aceto e miele o garum, una salsa a base di pesce tipica dell’epoca. In seguito, la pianta di lattuga si diffuse in altre zone di influenza latina dove, tuttavia, iniziò a essere consumata cruda solo a partire dal XVIII secolo.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: