La cottura a microonde si è diffusa largamente nella nostra vita quotidiana vuoi per l’imponente necessità di accorciare i tempi, vuoi per i ritmi frenetici che ci impone lo stile di vita. Le microonde (onde corte elettromagnetiche) agiscono direttamente sulle molecole d’acqua contenute nei cibi che muovendosi per l’effetto dell’agitatore d’onde, generano calore all’esterno e poi, di conseguenza, all’interno dell’alimento.

Cottura-a-microonde

Oltre che per cucinare gli alimenti, il microonde è molto diffuso per riscaldare un piatto già pronto. Per avere risultati ottimali è molto importante scegliere i contenitori giusti che si utilizzano per la cottura. Perfetti agli appositi recipienti per questo tipo di forno, con o senza coperchi, facilmente reperibili nei supermercati e nei negozi di casalinghi. Sono ammessi plastica, terracotta, cartone, carta, pyrex, vetro, porcellana da forno e silicone. Da evitare invece metallo, cristallo, cartone cerato o plastica non specificatamente indicata per microonde.

Le regole da seguire:

  1. Se il forno non è dotato di piatto girevole, il recipiente di cottura va girato spesso per garantire un risultato uniforme.
  2. Non introdurre lattine o bottiglie chiuse
  3. Bottiglie, biberon e brocche non devono avere parti in gomma.
  4. Alcool e alcoolici non vanno scaldati in microonde
  5. Bucherellare con uno stuzzicadenti o con una forchetta le bucce non porose, ad esempio di mele, patate, zucchine, peperoni
  6. Le uova non vanno mai cotte intere. Bisogna togliere il guscio e preferibilmente cuocerle sbattute
  7. Eliminare qualsiasi involucro per alimenti, a meno che non sia indicata la compatibilità
  8. La carne con taglio spesso va cotta a una potenza media, e non al massimo, così che il calore raggiunga anche la parte interna evitando di cuocere eccessivamente solo la parte esterna, seccandola.
  9. Coprire sempre gli alimenti con un piatto o un coperchio apposito per velocizzare le funzioni e impedire che i cibi si asciughino.
  10. Terminata la cottura, i cibi devono riposare in forno per qualche minuto prima di essere estratti senza che venga aperto lo sportello.

Il forno a microonde richiede poco tempo per la pulizia, da praticare ovviamente quando si è raffreddato. E’ consigliabile inserire al suo interno un contenitore con acqua, aceto bianco e bicarbonato. Si scalda per alcuni minuti e, quando si è formato il vapore, si pulisce con un panno morbido.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: