Per il professor Hervé Douard, stimato gastroenterologo francese, un recente studio che incolpa della morte di più di 1,6 milioni di persone il consumo eccessivo di sale, non é una novità e le prove sono abbondanti… L’importante studio é stato pubblicato sul prestigioso New England Journal of Medicine Mercoledì 13 agosto.

mortalita-sale-eccesso

L’1,65 milioni di morti rappresentano quasi il 10% di tutti i decessi dovuti a malattie cardiovascolari e nessun paese viene risparmiato“, riferisce il dottor Mozaffarian primo autore dello studio.

Il Prof. Hervé Douard, capo dell’Unità di malattia coronarica e riabilitazione presso l’Ospedale Universitario di Bordeaux, ritiene che prima di qualsiasi obiezione sullo studio, dobbiamo ricordare che “l’evidenza di una relazione tra il consumo di sale e l’aumento della pressione sanguigna é abbondante, l’ipertensione è un grave rischio per eventi cardiovascolari (infarto miocardico, ictus …)“.

Il professore aggiunge: “Per quanto riguarda le cifre impressionanti di morti presumibilmente a causa di un eccessivo consumo di sale nella dieta, il vero problema è in realtà la definizione della soglia ‘ragionevole’ per dose giornaliera raccomandata dello stesso.

Il professor Douard punta il dito soprattutto sulle significative differenze nelle raccomandazioni delle società scientifiche sulla assunzione di sale. “Le raccomandazioni variano ampiamente tra le giurisdizioni, ad esempio in Francia, il programma nazionale di salute e nutrizione (NFHP) imposta il limite a 8g per gli uomini e 6,5 g per le donne e bambini … Molto al di sopra del 2g di riferimento che è stato utilizzato per stimare la mortalità attribuibile ad un eccesso di sale, nello studio..”

In ogni caso, è chiaro che una ridotta assunzione di sale è efficace per ridurre i rischi cardiovascolari. Ma nei paesi occidentali, questa riduzione non può essere raggiunta senza il coinvolgimento del settore alimentare.

E, per una buona ragione, si dovrebbe sapere che in Europa, l’80% del nostro consumo di sale non proviene dalle saliere, ma é celato ed elaborato nei prodotti di cibo delle industrie alimentari…

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: