Antiossidanti: mele e mirtilli proteggono dall’aumento di peso
5 (100%) 2 votes

Un importante studio su larga scala, pubblicato sul British Medical Journal, dimostra che il consumo di alcuni tipi di frutta e di verdura ricchi di flavonoidi sarebbe efficace per mantenere un peso stabile. I flavonoidi sono dei composti chimici che si trovano naturalmente nella frutta e nella verdura. Si tratta di potenti antiossidanti che contribuiscono alla buona salute del nostro organismo. Studi precedenti avevano già stabilito un legame tra la perdita di peso e questi composti, ma erano stati effettuati su dei piccoli campioni di popolazione e si concentrava principalmente sul tè verde.

Un elevato consumo di flavonoidi associato alla perdita di peso

Questa nuova ricerca è di tutt’altra grandezza. I ricercatori hanno mirato ad analizzare sette differenti tipi di flavonoidi legati all’aumento di peso, su un campione di 124.086 uomini e donne, in diversi stati americani. Gli è stato chiesto di segnalare il loro peso, le loro abitudini quotidiane, la loro alimentazione e le nuove malattie diagnosticate durante le interviste organizzate ogni due anni, per 24 anni, tra il 1986 e il 2011.

Dopo aver preso in considerazione l’alimentazione e i fattori legati allo stile di vita, come il fumo o l’attività fisica, i risultati hanno mostrato che una maggiore assunzione di flavonoidi favorisce la perdita di peso (risultati che convergono tra i partecipanti di entrambi i sessi e di tutte le età). Tre sottoclassi di flavonoidi sono state più fortemente associate a questi risultati: gli antociani (presenti nei mirtilli e nelle fragole), i polimeri (presenti soprattutto nel tè e nelle mele) e i flavonoli (tè, cipolle, ecc).

Anche se questo studio, basato esclusivamente sull’osservazione, presenta dei limiti, i ricercatori hanno spiegato che i loro risultati “possono aiutare a perfezionare le precedenti raccomandazioni dietetiche per prevenire l’obesità e le sue potenziali conseguenze.” Inoltre, mantenendo un peso normale, le persone possono ridurre il rischio di molte malattie associate all’obesità come il diabete, il cancro, lo stress e le malattie cardiovascolari.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: